201801.03
0

Il Comitato CEDAW condanna la Russia per l’impunità che il contesto giuridico-sociale assicura agli autori di violenza domestica

Il 6 Novembre  2017, il Comitato CEDAW ha deciso sul primo caso di ricorso presentato in tema di violenza domestica contro la Russia.

Il Comitato non solo ha ritenuto sussistere numerose violazioni dei diritti della ricorrente, ma ha anche raccomandato che le autorità adottino misure specifiche, tra cui:

  • l’adozione di una legge specifica;
  • l’acesso a misure di protezione urgenti ed effettive;

Il Comitato ha anche menzionato la decriminalizzazione intervenuta l’anno scorso come un passo nella direzione sbagliata, che conduce all’impunità degli autori di violenza domestica.

Il testo integrale della decisione è disponibile qui.

Complimenti all’avvocata Valentina Froiova e al Crisis Center for women