201701.24
0

La Commissione Europea non ha valutato l’impatto sui diritti umani dei/delle richiedenti asilo dell’accordo di rimpatrio siglato con la Turchia nel marzo 2016

Lo Studio Legale Teresa Manente & Associate plaude al risultato ottenuto dall’e avvocate dell’organizzazione Women’s Link World Wide che si sono rivolte all’European Ombudsman denunciando l’incompatibilità dell’accordo di rimpatrio siglato dalla Commissione Europea con la Turchia nel marzo 2016, contro il quale si è pronunciata fermamente anche la società civile italiana.

L’accordo, che prevede il respingimento forzato verso la Turchia dei richiedenti asilo giunti in Grecia attraverso il territorio turco dopo che la loro domanda di asilo è stata dichiarata inammissibile, viola i diritti fondamentali delle popolazioni in fuga verso l’Europa e la mancata valutazione dell’impatto sui diritti fondamentali dei/delle richiedenti asilo da parte della Commissione Europea costituisce, secondo l’European Ombudsman, una grave violazione cui è riconducibile la condizione inumana che vivono coloro che sono in fuga verso l’Europa, in particolare le donne.

La decisione e la denuncia presentata sono disponibili qui.

Comunicato stampa dell’associazione Differenza Donna, marzo 2016.